MODIGLIANI

Da adolescente ho avuto la fortuna di conoscere grazie alla mia insegnante di EDUCAZIONE ARTISTICA  un grande Pittore del XX/XXI sec: AMEDEO MODIGLIANI.
Ricordo ancora come ella ci presentò quest'artista:”nato a Livorno nel 12 luglio 1884 si è spento a Parigi il 25 gennaio 1920...”poi teneva a menzionare che le sue prime opere erano un chiaro riferimento ai Macchiaioli, le ultime, molto diverse dalle prime, una sintesi dell'arte negra.
La professoressa ANNABELLA CAVO era lei stessa “ARTE PURA” così denominata da noi studenti di 3 A scuola MEDIA INFERIORE e, quando parlava del Modigliani il volto le si accendeva.
Correva l'anno 1966 quando ci portò in viaggio a Milano, lì ci condusse in varie sedi ove erano esposte le opere del  M° da lei tanto apprezzato.
Innanzi ad ogni composizione ci spiegava la tecnica usata per quei nudi maschili o femminili,per quei ritratti o nature morte, per quei paesaggi:  acquarello, olio, tempera, matita, pietra...
Grazie alla sua spigliatezza e competenza, tornammo a Roma con un arricchimento artistico che tuttora è vivo in noi, in noi che quando ci raduniamo la menzioniamo con gratitudine sia per quella gita, ma prima di tutto per averci fatto conoscere AMEDEO MODIGLIANI, il “PITTORE MALEDETTO”.
Negli anni della Sorbona, passando per Montparnasse, mi sembrava di vederlo in un angolo fiorito e tra le rose intravedevo bottiglie vuote.
PGD'O
Share