Stampa

LA CONTESSA LARA

Scritto da ilfrancescano. Postato in La Parola

Premio Internazionale “La Contessa Lara”, una bambola“scapigliata” – 2° edizione -
Villa Lante Della Rovere—Bagnaia
Premiazione :2 maggio 2009
CASINO DI CACCIA
tra i PREMIATI
I° posto sezione a tema libero

Giuseppina Morrone di Roma per l’opera “Il Vittoriale” (Aletti Editore)

motivazione: “ spontanea originalità accompagna un discorso fluido, essenziale e ottimale fino alla finalizzazione” -MEDAGLIA ARGENTO PURO

IL VITTORIALE”
(SOVRAPPOSIZIONI)

Giuseppina Morrone (per tutti, Giusy) è nata a Tivoli…

Laureata in Scenografia all'Accademia delle Belle Arti di Roma, è da sempre dedita alla pittura, alla fotografia e alle arti in genere.

Lavora da diversi anni per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, presso Villa D'Este a Tivoli.

Da neofita si avvicina al mondo della scrittura componendo diverse poesie pubblicate in varie raccolte.
Il Vittoriale nasce dall'esigenza dell'autrice di trasporre su carta le proprie consapevolezze e il sanguigno e gioioso attaccamento alla vita.

In ogni parola si incarna lei stessa, divenendo l'anima del testo e materializzandosi nella sensualità delle descrizioni paesaggistiche ed introspettive e nelle illustrazioni di mano della stessa. L'autrice evidenzia la contrapposizione tra la lentezza del passato, carica di dettagli e riflessioni, facendo riferimento anche alla scrittura raffinata di D'Annunzio, e la velocità frenetica e sintetica che caratterizza i tempi odierni, con i suoi sms e la maniera di scrivere da “comunicazione di servizio”.

Nel racconto, all'una viene associata la vita reale, all'altra il mondo virtuale; proprio in questi due mondi che vengono sovrapponendosi, si snoda la storia di un misterioso incontro.

La protagonista vive un senso di smarrimento di fronte a questi due modi di concepire la realtà circostante, ma sceglie di vivere a pieni polmoni, facendo tesoro di ogni attimo e giungendo alla conclusione che ogni persona che si incontra crea la nostra esperienza: fa parte di noi.


PGD'O

Share